Autovelox, procura Castrovillari indaga su conformità

La procura della Repubblica di Castrovillari (Cosenza) ha aperto un’inchiesta sulla regolarita’ degli impianti autovelox installati nei territori di diversi Comuni dell’alto Jonio cosentino, lungo la strada statale 106. Lo apprende l’AGI. “Temiamo che questi impianti siano stati montati non proprio per la sicurezza, ma piuttosto per fare cassa” dice il procuratore capo Eugenio Facciolla, interpellato al riguardo.
“L’indagine – conferma il magistrato – e’ in corso, stiamo verificando l’appropriatezza tecnica, la conformita’ e anche il posizionamento degli impianti e naturalmente anche tutto cio’ che porta, appunto, il denaro alle casse dei Comuni interessati”.