Polizia, un anno di controlli e arresti per la Polfer Calabria

E’ tempo di bilanci per gli uomini e le donne della Polizia Ferroviaria di Calabria, chiamati a dare sicurezza nelle stazioni ed a bordo dei treni in un momento storico caratterizzato dalla minaccia terroristica, che ne fa luoghi di “particolare interesse”. Il Compartimento Polizia Ferroviaria della Calabria, nel corso del 2018, ha messo in campo oltre 11.000 pattuglie, di cui 1.800 a bordo dei treni, supportate da oltre 150 servizi antidroga ed antiborseggio, svolti da personale in abiti civili, e da oltre 50 controlli ai ‘rottamai’ nell’ambito del contrasto al fenomeno dei furti di rame. Cio’ ha portato all’arresto di 12 persone, mentre 72 sono state indagate a piede libero, 274 le sanzioni amministrative elevate, piu’ di 800 i veicoli controllati, numerosi i sequestri di armi da taglio e di materiale contraffatto, nonche’ quello di un’intera area adiacente alla strada ferrata, adibita a discarica abusiva di rifiuti speciali pericolosi. Complessivamente, nel corso del 2018, oltre 42.000 sono state le persone identificate. L’impegno costante dei poliziotti e’ stato ripagato dalla cattura di un latitante e di due persone sottrattesi agli arresti domiciliari, ma anche dal rintraccio a bordo treno di 4 persone scomparse, fra cui 3 minori.