Riace, Lucano: “Le regole? Rispetto Costituzione più di altri”

 

 

Non risponde direttamente ai cronisti che gli chiedono un giudizio sulle dichiarazioni del ministro dell’Interno, Matteo Salvini, nel giorno del suo arresto, ma Domenico Lucano, sindaco di Riace, noto per il suo impegno per i migranti, dichiara: “Oggi ho ribadito una cosa molto chiara. Forse la Costituzione la rispetto piu’ io che tanti che si nascondono dietro le regole. La prima regola della Costituzione italiana, che nasce dalla Resistenza, e’ avere rispetto della dignita’ degli esseri umani. E’ la prima regola. Questi esseri umani non hanno colore della pelle, non hanno nazionalita’. Sono tutti esseri umani allo stesso modo, con nessuna differenza”.

“Anche i soldi che mi hanno dato come premio a Berna, dove ho ricevuto dei soldi in contanti, nel 2014, e a Dresda, nel 2017, non li ho tenuti per me. Nemmeno i soldi che erano miei, di cui potevo fare quello che volevo, non li ho tenuti e li ho messi a disposizione di tutti”. Domenico Lucano ribadisce la sua onesta’ davanti ai cronisti dopo l’interrogatorio di garanzia davanti al Gip. “Anche quando hanno fatto la fiction su Riace, mi hanno chiesto – ha spiegato – quanti soldi avrebbero dovuto pagarmi. Io ho risposto che non voglio niente. Si sono meravigliati. Il mondo funziona con i soldi – ha aggiunto – per me non e’ cosi’. Mi sono messo a disposizione di tutti, nel senso di disponibilita’ umana, non con altri significati”.