Il mercato arriva anche su via De Seta

Si cambia già da domani, sabato 26 maggio. Il commento del consigliere comunale Samuele Losardo, di Area Democratica

Via De Seta

A partire da sabato prossimo, 26 maggio, su specifica disposizione del sindaco di Cetraro, Angelo Aita, e a seguito di apposita richiesta fatta dai commercianti della zona, il tradizionale mercato settimanale che si svolge a Cetraro Centro sarà ubicato anche su Via Luigi De Seta, principale via del centro cetrarese.

Nei giorni scorsi, anche il consigliere comunale Samuele Losardo, di Area Democratica, aveva appoggiato la richiesta in tal senso fatta dai commercianti, scrivendo una nota intitolata “La riflessione pubblica di un cittadino e amministratore che ama la sua città”.

“La richiesta fatta dagli esercenti di attività commerciali di via Luigi De Seta al sindaco di Cetraro – si leggeva, infatti, in questa nota – riguardo la possibile ubicazione del mercato del sabato in tale importante arteria cittadina, è, sicuramente, meritevole di una approfondita riflessione per gli effetti complessivi di rilancio dell’economia che ne potrebbero derivare nel nostro Centro capoluogo. Lascerebbe, per prima cosa, l’intera area di Piazza del Popolo libera al parcheggio delle auto nella mattinata di sabato. Ciò consentirebbe una maggiore affluenza di probabili acquirenti presso lo stesso mercato e gli esercizi pubblici e commerciali dell’intera area cittadina. Suscitando anche l’interesse dei nostri concittadini delle contrade a fare la spesa settimanale in centro, come era tradizione. Ma sarebbe, pure, consequenziale alla Deliberazione di Giunta Comunale n. 54, del 10 aprile 2018, che ha stabilito la formazione di n. 14 stalli di sosta a pagamento in Piazza del Popolo, tutti i giorni dell’anno, dal lunedì al sabato. Nessuna compromissione ci sarebbe, ancora, rispetto alla realizzazione di un’isola pedonale in tale via, in quanto la sua occupazione avverrebbe solo nella mattinata del sabato”.

Secondo Samuele Losardo, inoltre, “Occorre ripensare, senza alcun tentennamento, al rilancio economico dell’attuale offerta commerciale del centro città e alla capacità di attrazione di nuovi esercizi. Già un anno fa ebbi modo di dire, esponendo le mie convinzioni in modo pubblico, che il nostro Comune si sarebbe dovuto fare parte attiva nel sostegno economico di nuove iniziative nel campo commerciale e artigianale che sarebbero sorte nel centro storico della nostra città. Un ruolo da protagonismo non solo attraverso la dispensa dal pagamento dei tributi comunali riguardanti i locali nei quali si sarebbero svolte le attività. Ma, anche, attraverso un eventuale contributo a fondo perduto che avesse offerto la possibilità economica, soprattutto ai giovani, spesso senza i necessari capitali di inizio attività, di poter realizzare le loro idee di intrapresa, per un lavoro nella loro città che fosse produttivo e di largo respiro. Esistono, oggi, nel nostro Centro-capoluogo, realtà commerciali e artigianali di indubbia qualità che, tuttavia, non riescono a innalzare, da sole, la quantità della loro offerta. E si evidenzia questo stato di cose anche nel pieno della maggiore affluenza turistica durante la stagione estiva. Imperativo categorico, nell’immediato, è riportare anche la nostra gente nel capoluogo. Soprattutto al sabato, in occasione del giorno di mercato. La piazza libera alla sosta e l’allestimento del mercato in via De Seta, potrebbero essere un ritrovato lungimirante per risollevare le sorti di tutti gli operatori commerciali del paese. Sarebbe importante e lungimirante provarci. Anche in forma sperimentale. Quante arterie principali di assoluto pregio storico e architettonico, nei centri delle città, sono interessate, nell’intera nostra penisola, da un mercato che si tiene solo in un mattino della settimana? Proviamo a fuoriuscire dalla situazione di stallo nella quale è immersa, per cause diverse, l’economia del nostro bellissimo centro storico”.

CLELIA ROVALE