Filt-Cgil: Sacal riassume 22 ex dipendenti Sogas

“Dopo gli esposti a cinque Procure della Repubblica, 38 richieste di incontro al presidente della Giunta regionale, centinaia di durissime prese di posizione della Filt Cgil, dopo il nostro rifiuto nel mese di aprile 2017 a sottoscrivere accordi con Sacal che non prevedessero l’assunzione a tempo indeterminato, al contrario di quanto hanno fatto altri, finalmente sono stati riassunti alla Sacal per l’aeroporto reggino 22 lavoratori ex Sogas, ripristinando così il diritto al lavoro per come abbiamo incessantemente sostenuto in questi mesi”.

Lo sostiene in una nota Nino Costantino, segretario generale della Filt-Cgil Calabria.

“La Filt Cgil in tutto questo periodo – prosegue Costantino – non ha mai minacciato senza fare, al contrario, ha agito senza minacciare, costruendo una vertenza che oggi rappresenta una prima sconfitta di coloro che sostenevano altri percorsi. Finalmente la Sacal ha compiuto i primi passi importanti nella direzione della stabilizzazione del personale ex Sogas. Non abbiamo chiesto, ne’ chiediamo elemosine o qualche assunzione, rivendichiamo il diritto al lavoro a tempo indeterminato per tutti coloro che lo hanno perso. Oggi e’ solo un primo passo, ne dovranno seguire altri. Noi continueremo a rappresentare il sindacato dei tanti e non dei pochi nominati da qualcuno. Per questo continueremo la battaglia per tutti coloro i quali non sono stati riassunti”.