Bando regionale cultura da 6 mln sub judice

Il prossimo 29 novembre il Tar è chiamato a decidere sull’intera gara impugnata da una società

tar calabria

Il bando di gara regionale da circa 6 mln di euro per la cultura è sub judice.

I giudici del Tar di Catanzaro decideranno nel merito il prossimo 29 novembre. 
Era stata pubblicata già la graduatoria dei beneficiari sia per tutte e tre le categorie del bando. Si legge infatti nel decreto del Tar di ieri:
“Sul ricorso numero di registro generale 1382 del 2017, proposto da:  Esse Emme Music Group Srls, in persona del legale rappresentante p.t., rappresentato e difeso dall’avvocato Francesco Pitaro, con domicilio eletto presso il suo studio in Catanzaro, via Francesco Acri N. 88;  contro Regione Calabria, in persona del legale rappresentante p.t., rappresentato e difeso dall’avvocato Paolo Falduto, con domicilio eletto presso il suo studio in Catanzaro, viale Europa, loc. Germaneto (Citta;  per l’annullamento previa sospensione dell’efficacia, del decreto del dirigente del settore n. 864 /2017 registro dei decreti dei dirigenti della Regione Calabria n. 11607 del 9/10/2017, pubblicato sul burc n. 100/2017, del dipartimento turismo e beni culturali e cultura della Regione Calabria avente ad oggetto: “avviso pubblico per la selezione e il finanziamento di interventi per la valorizzazione del sistema dei beni culturali e per la qualificazione e il rafforzamento dell’attuale offerta culturale presente in calabria – annualità 2017. Visti il ricorso e i relativi allegati; Vista l’istanza di misure cautelari monocratiche proposta dal ricorrente, ai sensi dell’art. 56 cod. proc. amm.; Ritenuto che non sussistono i presupposti di danno grave e irreparabile per la concessione delle misure cautelari monocratiche. P.Q.M. Rigetta l’istanza cautelare e fissa per la trattazione collegiale la camera di consiglio del 29 novembre 2017”.
Sul sito della Regione proprio nei giorni scorsi erano state pubblicate le graduatorie nella delibera impugnata al Tar