Beccato contrabbandiere di tabacchi esteri

La guardia di finanza ha fermato un albanese con 14 kg di stecche di sigarette senza il sigillo dei Monopoli di Stato

Auto della guardia di Finanza

Montegiordano – La Guardia di Finanza di Montegiordano, in provincia di Cosenza, nel corso degli ordinari controlli su strada ha tratto in arresto, in flagranza di reato, un uomo di nazionalità albanese e sequestrato circa 14 kg di tabacchi lavorati esteri di contrabbando. I finanzieri, infatti, sulla Strada Statale 106 Jonica, nel comune di Roseto Capo Spulico, hanno sottoposto a controllo un automezzo, verificando che all’interno dei bagagli erano state abilmente occultate 28 stecche di sigarette di contrabbando, per un peso complessivo di circa 6 kg.

NELLA PERQUISIZIONE DOMICILIARE TROVATI ALTRI 8 KG DI SIGARETTE

Di concerto con il procuratore della Repubblica di Castrovillari, Eugenio Facciolla, è stata quindi immediatamente eseguita una perquisizione domiciliare presso il luogo di residenza del conducente albanese, sito nelle campagne di Tursi (Matera), ove sono stati rinvenuti ulteriori 8 kg di sigarette di contrabbando. Tutti i tabacchi lavorati esteri di contrabbando rinvenuti (delle marche Marlboro, Winston, Merit, L&M, Karelia) sprovvisti del prescritto contrassegno di Stato, sono stati sequestrati e l’uomo, responsabile dei reati di “contrabbando di tabacchi lavorati esteri” e “ricettazione” è stato tratto in arresto. L’attività svolta si inquadra in un più ampio dispositivo di polizia economicofinanziaria predisposto dalla Guardia di Finanza di concerto con il procuratore della Repubblica Eugenio Facciolla per la tutela della legalità economica e la repressione dei reati in materia tributaria.