‘Ndrangheta, il boss Morabito evaso in Uruguay

Stava per essere estradato in Italia. Era in carcere nel Paese sudamericano dal 2017, dopo 23 anni di latitanza.

Il boss della ‘Ndrangheta Rocco Morabito, ricercato in vari paesi del sud America dove aveva interessi, dopo mesi di intense attivita’ di cooperazione internazionale ed intelligence, fotografato dalla polizia dopo il suo arresto in Uruguay, 4 settembre 2017.
ANSA/POLIZIA EDITORIAL USE ONLY
.

Il “Tamunga” Rocco Morabito è evaso dal carcere “Central” di Montevideo, in Uruguay, assieme ad altri tre detenuti. A darne notizia è il quotidiano “El Observador”. Per Morabito, pezzo da novanta della ‘ndrangheta calabrese condannato in contumacia in Italia a 30 anni di carcere per traffico di droga, si attendeva l’estradizione che un tribunale penale di Appello dell’Uruguay aveva confermato il 29 marzo scorso. Il 53enne sarebbe evaso assieme ad altri tre fuggiaschi (Leonardo Abel Sinopoli Azcoaga, Matias Sebastian Acosta Gonzalez e Bruno Ezequiel Diaz) dalla terrazza del carcere, che si trova nel pieno centro della capitale sudamericana.

È stato il ministero dell’Interno uruguaiano a dae la notizia ai quotidiani. Morabito, 53 anni, era stato arrestato nel 2017 in un hotel della capitale urugaiana dopo 23 anni di latitanza e alla fine dello scorso marzo un tribunale penale d’Appello aveva confermato l’autorizzazione all’estradizione verso l’Italia.