Procura chiede il processo per il sindaco di Reggio Calabria

    L'accusa per lui e la sua ex giunta è abuso d'ufficio e falso in vicenda ex albergo

    La Procura della Repubblica di Reggio Calabria ha chiesto il rinvio a giudizio per il sindaco Giuseppe Falcomatà. Lo scrive la Gazzetta del Sud.

    La Procura ha chiesto il processo anche per gli assessori in carica Armando Neri (vice sindaco), Giovanni Muraca, Giuseppe Marino, Antonino Zimbalatti e Saverio Anghelone, e per gli ex assessori Angela Marciano’, Patrizia Nardi, Agata Quattrone.

    Nell’inchiesta, legata alla concessione ad una società della gestione temporanea dell’ex albergo Miramare, chiuso da anni, sono coinvolti il segretario generale dell’ente Giovanna Acquaviva e la dirigente Luisa Spano’.

    La richiesta di rinvio a giudizio, sottoscritta dal Procuratore aggiunto Gerardo Dominjanni e dal sostituto procuratore Walter Ignazitto, contesta agli indagati, componenti della prima giunta guidata da Falcomata’, le ipotesi di reato di falso ideologico e abuso di ufficio.