Concertone di Capodanno, Cosenza festeggerà con Mario Biondi

La scelta dopo la riunione operativa a Palazzo dei Bruzi. Il crooner vince il “ballottaggio” con Irama. Festa “salva” grazie a 100mila euro

Ormai manca soltanto l’ufficialità: Cosenza festeggerà l’arrivo del nuovo anno con una delle voci più note nel panorama internazionale, quella del crooner Mario Biondi. L’artista ha “vinto” il ballottaggio con l’altro candidato ad aprire il 2023 nella città dei Bruzi, Irama, che non era disponibile per precedenti impegni. In ogni caso, come anticipato nei giorni scorsi, il Concertone è salvo e la riunione operativa di oggi a Palazzo dei Bruzi ha sciolto anche le riserve sul nome. Festa confermata grazie ai 100 mila euro necessari a realizzare la serata recuperati dall’amministrazione comunale guidata dal sindaco Franz Caruso dal bando della Cultura della Regione Calabria. Nel bando, infatti, era stato inserito il progetto del Festival delle Invasioni ammesso, risultato idoneo ma non finanziato per mancanza di fondi. La copertura è stata ora garantita e i fondi saranno destinati all’organizzazione dell’evento. Biondi, reduce da una serie di concerti tra Spagna e Regno Unito, si è esibito negli scorsi mesi in Calabria accompagnato sul palco da Massimo Greco al piano, David Florio alla chitarra, alle percussioni e al flauto traverso, Federico Malaman a basso e contrabbasso, Marco Scipione al sassofono, Fabio Buonarota alla tromba, Christian Capiozzo alla batteria.