Caruso alle prese con la “rogna” bilancio ma è già pronta la delibera per il nuovo ospedale

Il sindaco di Cosenza potrebbe puntare alla richiesta di proroga al ministero per la presentazione dei documenti contabili. Il sito per la “nuova” Annunziata individuato a Vagliolise

Situazione contabile ereditata «disastrata» e impossibilità al momento di ipotizzare una data per la presentazione dei bilanci (consuntivo e preventivo), che come è noto sulla carta non consente deroghe alla data del 30 novembre.
Il sindaco di Cosenza, Franz Caruso, non si sbottona e non lascia che circoli una sillaba in materia finanziaria anche se in conferenza stampa per la presentazione della giunta è stato durissimo rispetto alla gestione precedente. Si lavora giorno e notte alla ricognizione dei documenti contabili ma non è da escludere una richiesta di proroga al prefetto e al ministero proprio per consentire al Comune di Cosenza, gestione nuova, di poter presentare i bilanci in una forma quanto più credibile possibile.
Ma se la macchina amministrativa è allo stato congelata, in attesa cioè della pianificazione del bilancio, non è certamente ferma quella strategica e burocratica al netto della riapertura di via Roma ormai prossima.
Una importante delibera è, per l’appunto, in “genesi”, la variante al piano regolatore per l’individuazione del sito per la “nuova” Annunziata, l’ospedale hub della città. Variante che poi, ovviamente, deve transitare ed essere votata in consiglio comunale. Come si ricorderà il sindaco uscente Mario Occhiuto aveva predisposto gli atti per l’individuazione del sito nei pressi dell’attuale Mariano Santo mentre l’amministrazione ora vincente dalle urne, così come del resto anticipato dallo stesso Caruso in campagna elettorale, punta su un nuovo sito e cioè Vagliolise-Via Popilia.
Il progetto della nuova Annunziata a Vagliolise, ampiamente annunciato prima delle urne, dovrebbe prevedere un perimetro di 12 ettari confinante ad est con i binari della ferrovia, a sud con la stazione ferroviaria, ad ovest con la strada statale 107 (attraverso un sottopassaggio) e a nord con il comune di Rende. Sulla carta il progetto conta 705 posti letto con all’esterno, compresi però nello stesso perimetro individuato come sito, la cittadella della salute nonché diversi uffici amministrativi sia dell’Annunziata che dell’Asp, teoricamente in grado di far risparmiare circa un milione di euro all’anno di fitti passivi.
Questo, allo stato, il progetto per la nuova Annunziata anche se il sindaco Franz Caruso ha la rogna delle rogne prima da sistemare, i bilanci di un ente che, parole sue, dice di aver rinvenuto in «condizioni disastrate».

                                                                                                  I.T.