Discarica, Lacava e Mancina: il sindaco venga in Consiglio a riferire

I capigruppo di opposizione chiedono una seduta sulla discarica del Vetrano di S. Giovanni in Fiore: calpestata la democrazia. Succurro poco trasparente

Nella giornata di ieri, i capigruppo PD e a Testa Alta, Domenico Lacava e Salvatore Mancina hanno protocollato una richiesta di convocazione di consiglio comunale sulla questione della discarica del “Vetrano”.

“La vicenda merita attenzione e rispetto:
1. alla luce della comunicazione del 2 luglio a firma del Sindaco Succurro, con la quale il sindaco scrive al Dipartimento Ambiente della regione Calabria e per conoscenza all’assessore De Caprio e ribadisce la sua disponibilità ad ampliare la discarica del Vetrano, garantendo il conferimento per altri 24 mesi di scarti di lavorazioni;
2. Alla luce del fatto che questa disponibilità oltre che essere stata presa in totale spregio delle norme democratiche ( i consiglieri comunali non sono stati neanche avvisati) è stata consumata anche senza sentire il comune di Caccuri, che a giorni terrà un consiglio comunale apposito, per ribadire la sua contrarietà;
3. Alla luce del fatto che così facendo San Giovanni in Fiore e Caccuri rischiano di diventare la pattumiera della Calabria.
Ecco perché si ritiene giusto ed opportuno che il Sindaco venga in consiglio a spiegare bene la situazione, in modo tale che anche i consiglieri possano liberamente esprimere una loro posizione, in un confronto sicuramente serrato ma democratico”.

Così una nota stampa congiunta firmata da Domenico Lacava e Salvatore Mancina.