L’ex sindaco di Celico Antonio Falcone lascia il carcere

Arrestato il 31 luglio scorso con l’accusa di concussione, il sindaco del comune della presila cosentina ha ottenuto gli arresti domiciliari

Lascia il carcere l’ex sindaco di Celico, comune della pre-Sila nel Cosentino, Antonio Falcone arrestato, il 31 luglio scorso, con l’accusa di concussione. Falcone, difeso dagli avvocati Renato Tocci ed Enzo Belvedere, passa agli arresti domiciliari su disposizione del Tribunale del Riesame.
Nel mese di agosto il Tribunale del Riesame di Catanzaro aveva confermato l’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal gip di Cosenza a seguito della denuncia di un imprenditore il quale avrebbe versato a Falcone 3mila euro e dal quale avrebbe subito minacce per l’esecuzione di lavori a casa dell’ex sindaco pena l’esclusione da degli appalti banditi anche nei comuni limitrofi. L’ex primo cittadino si era dimesso a metà luglio dopo una prima perquisizione da parte della Guardia di finanza bruzia.