Ordinanza Santelli, PD Cosenza: ci appelliamo a Mattarella

“Chiediamo l’immediato intervento del Presidente della Repubblica e del Presidente del Consiglio Conte e dell’autorità giudiziaria per fermare gli effetti devastanti che potrebbero derivare dall’Ordinanza che il Presidente della Regione Calabria ha emesso da poche ore.

Ed infatti, frammista a misure tutto sommato in linea con il Dpcm e le leggi nazionali in tema di salute pubblica in tempi di Covid, al punto 6 dell’ordinanza si legge, letterale: “è consentita la ripresa delle attività di bar, pasticceria, ristoranti, pizzerie, agriturismo con somministrazione esclusiva attraverso il servizio con tavoli all’aperto…” .

Ciò in evidente contrasto con il più recente provvedimento della Presidenza del Consiglio, finalizzato sì alla riapertura di tali attività, solo a far data dal 4 maggio, E solo per asporto.

Esprimiamo preoccupazione per la reviviscenza della patologia sul nostro territorio, scongiurata solo grazie all’abnegazione dei cittadini calabresi e vieppiù un danno ulteriore ai commercianti del settore.

Chiediamo che le più alte cariche istituzionali mettano fine allo stillicidio di messaggi ed ordinanze emessi in danno del popolo calabrese, in evidente conflitto d’attribuzione e con la totale noncuranza rispetto al problema”.
Così, il Coordinamento provinciale Pd Cosenza