Luzzi, Leone (Pd): “90 mila euro dal Governo ed una colletta per gli alimenti”

La merce consegnata a casa del bracciante che si era rivolto al 113 per chiedere generi alimentari di prima necessità.
“Il Comune di Luzzi ha ricevuto dal Governo la cifra di 90.337,49 euro che auspico vengano da subito utilizzati per aiutare tutte le famiglie in difficoltà, stabilendo dei criteri chiari ed oggettivi e che possano raggiungere tutte le famiglie e persone che hanno reale bisogno”.
A tirare un sospiro di sollievo è segretario Michele Leone che precisa “nell’ordinanza della Presidenza del Consiglio, dipartimento Protezione Civile inoltre, viene data possibilità ai Comuni di aprire dei conti correnti dedicati per raccogliere le donazioni per la “solidarietà alimentare”, e a queste donazioni si applicheranno le detrazioni del 30% (o la deduzione piena dal reddito nel caso delle imprese) appena introdotte dall’articolo 66 del Dl 18/2020.”

“Come segretario del PD di Luzzi – avanza la nota – ho realizzato una raccolta di fondi raggiungendo già quota 500 euro che ho erogato per metà alla Protezione Civile e per metà al Comune di Luzzi per aumentare il fondo di solidarietà alimentare. Propongo quindi al Sindaco di Luzzi, di attivare da subito questa misura, e darne massima pubblicità, così che altri cittadini che vorranno potranno dare il proprio contributo ed aiutare chi sta peggio”.

“Propongo inoltre di sospendere qualsiasi riscossione delle tasse comunali a tutti i cittadini, commercianti e alle imprese per dare respiro in questo periodo così difficile a famiglie e attività economiche nel nostro territorio. Tutti – conclude la nota – dobbiamo stringerci con il cuore gli uni agli altri e lavorare insieme per superare al più presto da questa grave emergenza”.