Ufficio legale, pediatria e pronto soccorso, Stasi chiede incontro al commissario Asp

Evidentemente non è ancora abbastanza chiaro che la Città di Corigliano-Rossano e tutto il territorio non possono e non devono essere catalogati, interpretati e trattati come area periferica e quindi marginale di un centro che non esiste, né tanto meno che esista un polo urbano da considerare più importante di altri. Le popolazioni della Sibaritide hanno letteralmente perso la pazienza. Non tollereremo più alcun tentativo, neppur sul piano del confronto, di far arretrare ulteriormente la già inaccettabile ed incostituzionale linea di garanzia minima di servizi e diritti fondamentali al cittadino.

È quanto dichiara il Sindaco Flavio Stasi informando di aver già chiesto un incontro urgente con il commissario dell’Azienda Sanitaria Provinciale (ASP) di Cosenza Daniela Saitta sull’emergenza sanitaria territoriale, con particolare riferimento al reparto di pediatria, al pronto soccorso ed al comprensibile clima di allarme e protesta determinato dalla notizia circa la chiusura degli uffici legali che, se confermata anche solo nelle intenzioni,  sarebbe del tutto scriteriata a da contrastare in tutte le sedi ed a questo punto nelle piazze.

 

Sulla questione complessiva della vergogna nazionale della sanità territoriale e calabrese e sulle azioni unitarie da intraprendere insieme il Primo Cittadino fa sapere inoltre che convocherà a breve una nuova riunione della conferenza dei sindaci