Il Comune di rende aderisce alla Fondazione Its

Obiettivi: innovazione, ricerca, internazionalizzazione, digitalizzazione, economia, agroalimentare- per la realizzazione dell’ITS nel settore agroalimentare che avrà sede nei locali dell’ex Crai.

Approvata stamane da parte del consiglio comunale di Rende l’adesione alla Fondazione ITS Iridea –acronimo di innovazione, ricerca, internazionalizzazione, digitalizzazione, economia, agroalimentare- per la realizzazione dell’ITS nel settore agroalimentare che avrà sede nei locali dell’ex Crai.
Ad esporre dinanzi l’assise l’assessore alla pubblica istruzione Marinella Castiglione: “La nostra amministrazione assume un ruolo di primo piano in ordine allo sviluppo qualititativo dell’istruzione e della formazione. È necessario che si raccordi con scuola ed enti formativi in modo da offrire alle giovani generazioni opportunità di crescita culturale e professionale ed è questa opportunità unica per i nostri ragazzi”, ha affermato.
“Gli istituti tecnici superiori –ha proseguito la Castiglione- costituiscono oggi il segmento di formazione terziaria non universitaria che risponde alla domanda delle imprese di nuove ed elevate competenze tecniche e tecnologiche per promuovere processi di innovazione oltre a rappresentare una opportunità di assoluto rilievo nel panorama formativo nazionale in quanto espressione di una strategia fondata sulla connessione delle politiche d’istruzione, formazione e lavoro con enti produttivi, operatori economici, piccole e medie imprese”.
All’ITS potranno accedere gli studenti in possesso del diploma di scuola secondaria di II grado ai quali sarà data l’opportunità di partecipare a percorsi formativi che forniranno specifiche competenze sulle filiere del vino e dell’olio, salumi e trasformati, grani e panificazione in grado di inserire nel mercato di riferimento figure professionali altamente specializzate: “Già al termine del corso, attraverso il quale si conseguirà il diploma di Tecnico superiore con certificazione delle competenze corrispondenti al V livello di qualifica europea EQF, ci si attende la realizzazione di una buona percentuale inserita in ambito lavorativo: il comparto agroalimentare, asse produttivo principale della nostra regione, registra un incremento esponenziale oggi grazie all’innesto delle nuove tecnologie e a un approccio che vede proprio nei giovani la sua forza propulsiva”, ha spiegato l’assessore alla pubblica istruzione.
“L’IIS “Mancini- Tommasi”, che ha promosso la costituzione della fondazione, sarà l’ente capofila e coordinerà la rete di soggetti che costituiscono l’ITS Iridea. È un’opportunità di rilievo nel panorama formativo: espressione di una strategia vincente che unisce i poli d’istruzione, formazione e lavoro facendoli dialogare in maniera sinergica. Rende oggi rappresenta non solo il luogo dove questo si realizza, ma riferimento di politiche innovative e idee sostenibili che pongono la nostra città come eccellenza in ambito non solo regionale, ma nazionale”, ha concluso Marinella Castiglione.