Rubino (Io resto in Calabria – Callipo Presidente): ripartire dalla cultura per essere credibili”

Il professore Unical risponde alle domande dei cittadini

Non le ha mandate a dire ieri sera il prof. Unical Franco Rubino, candidato al consiglio regionale nella lista Io resto in Calabria circoscrizione Nord, nel corso dell’incontro presso la sede del comitato elettorale della lista in via Rossini a Rende, in cui ha risposto alle domande poste dai cittadini dell’Area urbana sul programma e gli indirizzi da perseguire dopo il 26 gennaio.
L’incontro organizzato da 10 idee per la Calabria è stato molto partecipato e ha visto il prof. Rubino tracciare un quadro generale delle problematiche dell’intero territorio regionale e proporre delle soluzioni.
Legalità, Pubblica amministrazione, Agricoltura, Turismo, Infrastrutture, Rifiuti, Sanità, alcune dei settori toccati da Rubino che, questa volta, non ha risparmiato critiche nei confronti dei competitors candidati a governatore.

“L’economia della regione è compromessa da criticità di sistema in ogni comparto. Sono le imprese le vere protagoniste e le istituzioni devono supportarle per garantire una prospettiva. Occorre bloccare l’esodo dei giovani con incentivi e una nuova motivazione che parta anche dall’Università, la quale deve sfornare professionalità inerenti al bisogno del mondo imprenditoriale.
L’innovazione è la chiave per una rinascita della nostra regione che deve puntare su un’economia circolare. Non basta razionalizzare la spesa, come nella Sanità, ma analizzare costi-benefici. Occorre infine aumentare la credibilità dei nostri amministratori anche all’Estero in modo da canalizzare l’attenzione di multinazionali e investimenti di capitale.
La rivoluzione pacifica che stiamo mettendo in atto non può prescindere dalla Cultura, avendo rispetto di tutti, restando coesi, senza avere smania di attaccamento alla poltrona.

Non sono mancati spunti sul regionalismo differenziato e la doppia preferenza di genere a cui Rubino ha dato una sua lettura in termini positivi.