《La presenza femminile migliora le “prestazioni” delle aziende》

《Condividiamo fermamente l’emendamento alla legge di Bilancio sulle quote di genere nei CdA delle società, proposto dalla senatrice di Italia Viva, Donatella Conzatti, che prevede la proroga della Golfo-Mosca, e l’aumento fino al 40% della percentuale di donne nei consigli di amministrazione delle quotate》. Così, in una nota, Francesca Casella, parì opportunità dell’Ordine dei commercialisti di Paola.
《Lo affermiamo – continua Casella – non solo per una questione di giustizia sociale ma anche perché è statisticamente dimostrato che la presenza femminile rappresenta un’opportunità di crescita economica e di sviluppo che si traduce spesso in risultati migliori per le aziende.
La legge Golfo – Mosca , da sempre sostenuta dai commercialisti, è e resta una delle iniziative più rilevanti e più coraggiose per favorire la parità di genere e per portare l’Italia a essere in linea con gli altri paesi europei in fatto di rappresentanza femminile nei CdA.
Questa modifica potrebbe rappresentare un cambio di passo e di atteggiamento per diffondere stabilmente la cultura delle pari opportunità e rompere definitivamente quello che Roger Abrava, nel saggio “Meritocrazia”, definì il “soffitto di cristallo” che impedisce,appunto,alle donne di emergere e di arrivare a detenere posizioni di vertice o alte cariche.
Abbiamo finora raggiunto successi importanti ma possiamo e dobbiamo continuare ad andare avanti verso una società più equa che superi gli stereotipi discriminanti e le disuguaglianze di genere, a tutti i livelli e in tutti gli ambiti.
Per questo, siamo favorevoli all’emendamento della Senatrice Conzatti che va approvato senza alcuna esitazione o remora di sorta》.