Stipendi Palazzo dei Bruzi, la Piattaforma si appella al Prefetto

In merito alla situazione che concerne il ritardo nel pagamento degli stipendi ai dipendenti comunali e alle coop, la Piattaforma nella giornata di oggi ha incontrato i vertici di Ubi Banca (gestore della tesoreria comunale) e il Prefetto nella figura del suo vice dottoressa Eufemia Tarsia.
Nell’interlocuzione con l’Istituto Bancario, la Piattaforma ha appurato che gli incameri derivati dall’IMU del 16 giugno scorso, che ammontano a circa 4,3 milioni di euro, sono stati accantonati dalla Banca per far fronte al pagamento, previsto per fine anno, del prestito contratto con Cassa Depositi e Prestiti per il cosiddetto “Salva Imprese”, provvedimento governativo per liquidare le fatture sospese alle imprese.
Nell’incontro in Prefettura, invece, la Piattaforma ha chiesto di poter sollecitare Ubi Banca a svincolare almeno la somma di 1,1 milioni di euro per far fronte al pagamento degli stipendi dei dipendenti comunali e delle fatture delle cooperative, mentre per Ecologia Oggi in Prefettura era già previsto un incontro per chiedere alla società di far fronte al pagamento degli stipendi dei loro dipendenti, con proprie capacità economiche, come già stabilito in altri incontri.
La Piattaforma auspica che una situazione del genere non venga più a crearsi in futuro, pianificando un’attenta gestione nei flussi di cassa e soprattutto salvaguardando quelle somme che riguardano gli stipendi dei dipendenti comunali e delle coop.