“Immersa nel caos” , il libro di Lida Michela Carullo

La giovanissima scrittrice  ha presentato la sua opera agli studenti dei Licei di Cetraro.  L’incontro è stato organizzato e moderato da Giovanna Grambone, docente di Storia e Filosofia e aperto dai saluti del dirigente scolastico Graziano Di Pasqua

Gli studenti dell’Istituto “Silvio Lopiano” di Cetraro, sabato mattina, hanno avuto l’opportunità di confrontarsi e conoscere una giovanissima scrittrice, Lida Michela Carullo, nata nel 2005, con genitori originari del comprensorio tirrenico cosentino, attualmente residente a Vibo Valentia, autrice del libro “Immersa nel caos”, La Rondine Edizioni. Nell’Aula magna del Licei cetraresi, alla presenza dell’autrice e di numerosi alunni, è stato, infatti, presentato questo interessante libro, nel corso di un incontro organizzato e moderato da Giovanna Grambone, docente di Storia e Filosofia negli stessi licei. L’incontro è stato aperto dai saluti del dirigente scolastico, Graziano Di Pasqua, che si è complimentato con la giovane autrice, sottolineando le peculiarità del suo lavoro. “La storia che viene espressa – si legge in una recente recensione del libro – è variopinta, ricca di suspense, di continui colpi di scena immersi nella realtà quotidiana di una giovane ragazza, nella quale è semplice immedesimarsi. La voglia di riscatto e la speranza di trasformare il presente in un futuro migliore coesistono e si scontrano con il trepidante timore del “non essere abbastanza”.

I temi trattati si dispiegano in diverse situazioni; tracciando un’ideale ricerca della verità all’interno degli eventi e nelle interiorità dei diversi personaggi del romanzo. È una trafila umana interessante quella in cui ci imbattiamo; le personalità messe in scena sono ben strutturate e poliedriche. Si può quasi azzardare dicendo che la vera protagonista del testo è la vita stessa; una vita che si manifesta con lucidità a trecentosessanta gradi, senza guardare in faccia solo le angosce e l’incomunicabilità”. “Lida Michela Carullo – si legge ancora – l’enfant prodige attratta dalla letteratura, che prima ancora di raggiungere la maturità anagrafica porta a termine la sua prima opera: “Immersa nel Caos”, La Rondine Edizioni. L’antitesi dello stereotipo giovanile descritto ovunque, Lida Michela è sempre un passo avanti, anche a scuola quando realizza da sola un cortometraggio per un progetto scolastico. Ma la sua è una vita solitaria, non ha amici perché il modo di percepire la vita è differente, perché differenti sono le priorità e gli obiettivi. Una vita fatta delle parole dei libri, che le hanno dato all’improvviso l’ispirazione e nell’estate del 2018 trova lo stile giusto per quella storia iniziata qualche tempo prima e riprende a scrivere dalle prime righe il romanzo, che verrà terminato nell’ottobre dello stesso anno. L’autrice narra argomenti delicati, temi molto attuali, tratti da una realtà crudele, ma con una scrittura easy e allo stesso tempo incisiva. Un testo in cui il personaggio principale è la vita che si manifesta con lucidità a trecentosessanta gradi”. Un testo, dunque, particolarmente adatto alla platea degli studenti, che hanno apprezzato i temi trattati e la scrittura semplice, ma mai banale, che lo caratterizza.

 

 Clelia Rovale