Flag La Perla del Tirreno, Luciani confermata presidente della società consortile

Gabriella Luciani è stata confermata, all’unanimità, presidente della società consortile Flag La Perla del Tirreno. L’assessore cetrarese ha raccolto i complimenti e incassato la fiducia di tutto il Cda uscente e del neo costituito. “Ringrazio tutti i colleghi per la fiducia accordatami per il rinnovo del mandato quale presidente del Flag “La Perla del Tirreno” per il prossimo triennio – ha commentato la stessa Gabriella Luciani – Grazie a tutto il Cda, uscente e al neo costituito, per aver condiviso insieme a me questo oneroso, ma gratificante incarico, che ha richiesto tanto impegno, soprattutto nella prima parte, ma che poi è stato un crescendo. Abbiamo lavorato sin dal primo momento in modo sinergico, per garantire solo ed esclusivamente la crescita del comparto ittico in tutta l’area eleggibile. Il clima di fiducia e collaborazione instaurato deve incoraggiarci a proseguire con sempre più determinazione la strada intrapresa sempre e solo per il bene del comparto ittico. Un grazie particolare alla struttura tecnica. Buon lavoro a noi!”. Attraverso la società consortile Flag “La Perla del Tirreno” si intende, infatti, favorire la promozione di una pesca competitiva, redditizia e sostenibile sotto il profilo ambientale, socialmente responsabile e finalizzata ad uno sviluppo territoriale equilibrato e inclusivo. Tra le priorità del Flag (Fisheries Local Action Group), da sottolineare la riduzione dell’impatto della pesca sull’ambiente marino; la garanzia di un equilibrio tra la capacità di pesca e le possibilità di pesca disponibili; il rafforzamento della competitività e della redditività delle imprese di pesca, compresa la flotta costiera artigianale, e il miglioramento della sicurezza e delle condizioni di lavoro; lo sviluppo di formazione professionale, nuove competenze e apprendimento permanente per i pescatori; aumentare l’occupazione e la coesione territoriale; la promozione della crescita economica e dell’inclusione sociale nonché il sostegno all’occupabilità nell’ambito della pesca e in altri settori dell’economia marittima; favorire la commercializzazione e la trasformazione dei prodotti della pesca.

  Clelia Rovale