Criminalità, sorvegliato speciale svaligia negozio nel Cosentino

I carabinieri hanno arrestato un giovane coriglianese per furto aggravato e violazione della misura della sorveglianza speciale con obblighi. Si tratta di Pasqualino Veronese, 28 anni. In particolare nella notte di ieri, in Via Fontanelle, zona semicentrale dello scalo di Corigliano Calabro, era stato perpetrato un furto presso un famoso negozio di abbigliamento. Un giovane, forse insieme ad altri, aveva dapprima forzato la porta vetrata d’ingresso del negozio con un piede di porco e poi l’aveva aperta, dopo aver sferrato diversi calci. Una volta all’interno aveva prelevato dal registratore di cassa tutti i soldi in contanti lasciati dai titolari, circa 400 euro. Poi si era dileguato facendo perdere le proprie tracce. I carabinieri hanno rilevato sulla vetrina un’impronta di una suola di scarpa, da cui sono risaliti alle dimensioni e alla marca della stessa. Poi hanno acquisito le immagini di diversi sistemi di videosorveglianza della zona. Le indagini si sono indirizzate subito nei confronti di un ragazzo coriglianese, gia’ noto alle forze dell’ordine per i suoi innumerevoli precedenti per reati contro il patrimonio e sorvegliato speciale. Inoltre, durante un controllo dei Carabinieri effettuato poco tempo prima del furto, non era stato trovato in casa. Una perquisizione domiciliare presso l’abitazione del coriglianese ha dato esito positivo. Infatti i militari, pur non trovando l’uomo, hanno trovato nella sua camera da letto il vestiario corrispondente a quello immortalato dai sistemi di videosorveglianza durante il furto. Tutto il materiale e’ stato sequestrato. Iniziate le ricerche, il giovane si e’ poi consegnato nel tardo pomeriggio, sentendosi evidentemente braccato. E’ stato portato nel carcere di Castrovillari.