Laboratori didattici naturalistici a Cosenza, firmata convenzione

Il Comune di Cosenza avviera’ a breve una serie di laboratori didattici naturalistici nella Casa delle Culture a supporto degli istituti scolastici della citta’, con la finalita’ di attivare una sempre maggiore sensibilizzazione dei cittadini in campo ambientale, a partire dalle nuove generazioni. Per raggiungere l’obiettivo, e’ stata sottoscritta a Palazzo dei Bruzi, una convenzione tra l’assessorato alla sostenibilita’ ambientale, guidato da Carmine Vizza ed il Centro Studi naturalistici del Pollino “Il Nibbio” di Morano Calabro, di cui e’ Presidente l’ing.Nicola Bloise, partner gia’ accreditato presso Palazzo dei Bruzi per aver realizzato, nel settembre del 2016, all’interno della Vecchia villa comunale, il Diorama “Foce del Crati”. Nella convenzione tra il Comune ed il Centro studi naturalistici “Il Nibbio” e’ stata individuata una linea di azioni prestabilite, volta ad implementare attivita’ didattiche a carattere ambientale che saranno svolte all’interno della Casa delle Culture in due appositi locali che il Comune cedera’ per un anno a titolo gratuito. La Casa delle Culture e’ stata scelta non a caso, in quanto baricentrica tra l’area della Confluenza dei fiumi Crati e Busento, dove saranno dislocate alcune attivita’ esterne del progetto, e la Villa Vecchia, dove e’ situato il Diorama “Foce del Crati”. In particolare, le attivita’ assicurate da “Il Nibbio” riguarderanno la realizzazione di progetti, programmi e servizi di educazione ambientale e promozione dell’eco-turismo. Alcune delle attivita’, come il prelievo e il campionamento di reperti naturali, necessari per la caratterizzazione del sistema fluviale, saranno realizzate nell’area della confluenza dei Fiumi. L’esame dei campioni raccolti e la loro classificazione avverranno all’interno delle sale della Casa delle Culture. A conclusione delle attivita’ interne, i partecipanti ai laboratori si sposteranno alla volta della Villa vecchia per la visita guidata al Diorama naturalistico che riproduce l’habitat della Foce del Crati. Soddisfazione per la firma della convenzione con il Centro studi “Il Nibbio” e’ stata espressa dall’Assessore alla sostenibilita’ ambientale Carmine Vizza. “Con l’avvio dei laboratori didattici alla Casa delle Culture – ha sottolinea Vizza – proseguiamo quel percorso volto a far si’ che la natura diventi il centro di un sistema di aggregazione culturale da dislocare nel centro storico. Un processo virtuoso che rappresenta anche un investimento sulle future generazioni che in questo modo cresceranno con una maggiore sensibilita’ verso l’ambiente. Nell’ambito delle azioni portate avanti dall’Amministrazione comunale in questo segmento particolare – ha concluso Carmine Vizza – l’ambiente dovra’ diventare, infatti, il linguaggio delle nuove generazioni”.