Aieta ai Gd di Cetraro: “Non fatevi intimorire”

Il consigliere regionale del Pd Giuseppe Aieta ha rivolto un accorato appello ai Giovani Democratici di Cetraro, la sua città, affinché non si facciano intimorire, dopo gli attacchi da questi subiti da parte di alcune forze politiche cittadine. Come è noto, infatti, in questi ultimi giorni i Gd di Cetraro sono stati più volte attaccati a seguito dell’invito rivolto loro dal sindaco Angelo Aita, che ha formalmente chiesto di poterli incontrare, “per discutere – ha spiegato – nel merito delle loro proposte, sicuro come sono che solo il bene comune deve essere la direzione da seguire”, e aggiungendo che “I Gd di Cetraro da più tempo stanno dimostrando interesse per la città, spronandoci in direzione di alcuni problemi che con maturità hanno sollevato”.

”Non fatevi intimorire! – ha, pertanto, dichiarato il consigliere regionale Aieta, in una nota – Carissimi ragazzi, la polemica che vorrebbe trascinarvi nel limbo dell’apatia è cosa nota alle nostre latitudini. Sacche di conservazione e di resistenza al cambiamento, unitamente a trasversali alleanze, costituiscono la prima causa di una seria preoccupazione che ormai da mesi manifestiamo pubblicamente”.

“La vostra reazione e indignazione verso chi vorrebbe macchiare il vostro impegno per la città – ha aggiunto Aieta – è tipica dei giovanili furori di cui la nostra comunità ha un disperato bisogno. Vi esorto a proseguire e a non farvi fiaccare nel vostro impegno, certo come sono che alla fine il bene supremo trionferà come conseguenza del comune impegno per la città. D’altronde, la vostra presenza è diventata così importante che ogni anno tutti i Giovani Democratici della Calabria si ritrovano a Cetraro per discutere e proporre, per analizzare e indicare vie d’uscita”.

“Pertanto – ha concluso il consigliere regionale – vi invito a proseguire nelle vostre attività, che, personalmente, considero qualificate e qualificanti. Apprezzo l’iniziativa assunta dal sindaco di Cetraro, che, a seguito di una vostra proposta, ha ritenuto di chiedervi un incontro; e apprezzo, ancor più, la vostra disponibilità a discutere di un interessante bando regionale (l’ennesimo), che punta a riqualificare e bonificare aree degradate della città. Andiamo avanti, dunque, perché alla fine la Politica vince sempre. E la città ha un gran bisogno dei Giovani e della Politica”.

CLELIA ROVALE