Diamante, concorso per vigili urbani irregolare?

Lettera del PD al sindaco Gaetano Sollazzo

Non c’è pace per il Comune di Diamante, dopo l’affaire porto a finire sotto la lente delle opposizioni, in particolare del Pd è finito il concorso per polizia locale, a quanto pare viziato da presunte irregolarità procedurali.

Tant’è che il PD ha inviato una lettera al sindaco Gateano Sollazzo.

Ecco il testo

 

Egr.Sindaco,

richiamiamo alla sua attenzione un atto amministrativo che presenta gravi irregolarità e violazioni procedurali. Ci riferiamo al concorso pubblico per il reperimento di un istruttore direttivo da inserire nella polizia locale a tempo indeterminato.

Nello specifico, il bando pubblicato il 14 novembre 2017 sulla Gazzetta Ufficiale n° 87, in origine poneva il 14 dicembre 2017 come scadenza ultima per la partecipazione, indicando fra i titoli di studio per l’ammissione al concorso le lauree in giurisprudenza e ingegneria.

Successivamente, in data 21 novembre 2017, sull’Albo Pretorio del Comune, è stato pubblicato un avviso, in cui si rettificava il bando precedente con l’indicazione del esatto indirizzo PEC che risultava essere errato.

Il 5 dicembre 2017, a pochi giorni dalla scadenza, sempre sull’Albo Pretorio del Comune, a seguito della Determinazione del Segretario Comunale, n° 20 del 4 dicembre 2017, è stata pubblicata un’ulteriore rettifica al bando (numero di protocollo 27732 del 4 dicembre 2017) . La nuova rettifica modificava sostanzialmente il bando originario, escludendo come titolo di studio, per l’ammissione al concorso, la laurea in ingegneria e ritendo valida solo quella in giurisprudenza.

Gli avvisi relativi alle suddette rettifiche, ben due neanche in un mese, sono stati pubblicati solo sull’Albo Pretorio del Comune e non sulla Gazzetta Ufficiale.

È evidente che la procedura concorsuale non può ritenersi regolare, dal momento che sono state inficiate le ordinarie regole di pubblicità e trasparenza. Infatti, non solo il bando, per come modificato, oltre ad essere pubblicato sull’Albo Pretorio del Comune, andava altresì divulgato sulla Gazzetta Ufficiale ma ne dovevano, anche, essere prorogati i termini di scadenza.

Pertanto, nel denunciare questa grave irregolarità che potrebbe comportare un vantaggio  ad personam, le chiediamo che siano messi in atto i dovuti provvedimenti per ovviare a tale inosservanza delle norme basilari di riferimento per i concorsi pubblici, da parte della sua Amministrazione.

Distinti saluti

I Consiglieri del Gruppo Pd

Ornella Perrone

Francesca Anna Casella

Francesco Suriano