Università Catanzaro, Mastroroberto: su scuole aspettiamo ufficialità

Le dichiarazioni del direttore dell’Unità operativa complessa di Cardiochirurgia universitaria in relazione alle indiscrezione sul mancato accreditamento di sei scuole di specializzazione all'UMG

  “Aspettiamo il report dell’Osservatorio nazionale perché sono tutte cose ‘per sentito dire’ e quindi aspettiamo il risultato”. Così il direttore dell’Unità operativa complessa di Cardiochirurgia universitaria di Catanzaro, Pasquale Mastroroberto, con riferimento al rischio, emerso in questi ultimi giorni, del non accreditamento di alcune scuole di specializzazione medica dell’Università catanzarese, tra le quali la stessa Cardiochirurgia. “La cardiochirurgia – ha aggiunto Mastroroberto – deve formare cardiochirurghi: abbiamo una rete formativa calabrese con i tre centri calabresi, mi sono battuto per fare convenzioni. Sotto il parametro formativo non ho alcun dubbio: non ho ben capito il motivo, accetto il verdetto se è così, l’anno prossimo riproveremo l’accreditamento, vediamo la relazione e vediamo in che cosa abbiamo sbagliato. Posso dire – ha proseguito il direttore di Cardiochirurgia universitaria di Catanzaro – che sia l’azienda ‘Mater Domini’ sia l’Università ci sono sempre stati vicini per realizzare una rete che possa far sì che i nostri specializzandi possano essere i più completi possibili alla fine del loro percorso formativo”. Mastroroberto ha quindi aggiunto: “Ripeto, non ho dati e non so il motivo. Quello che conta è che cardiochirurgia ancora una volta è stata messa in mezzo. L’anno scorso abbiamo avuto l’accreditamento e stranamente il ministero non ci ha dato i posti, una cosa strana e grave. Abbiamo cercato di migliorarci ulteriormente: evidentemente questo non è stato sufficiente. Ci riproviamo l’anno prossimo e – ha concluso il direttore dell’Uoc di Cardiochirurgia universitaria di Catanzaro – andiamo avanti con gli specializzandi che sono ben felici di essere qui e di girare nella nostra rete formativa”.