Cocaina e una pistola in un vano ascensore

Aveva nascosto diverse dosi di cocaina nel vano ascensore dello stabile dove vive, insieme ad una pistola e alle relative munizioni.

Si tratta di Fabio Buccino, 33 anni, già noto alle forze dell’ordine, arrestato con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti e detenzione di armi. L’operazione e’ stata portata a termine dal personale della Squadra Mobile, insieme a personale del Reparto Prevenzione Crimine di Vibo Valentia ed alle Unita’ Cinofile della Questura di Vibo Valentia. All’arrivo della polizia, Buccino ha provato a disfarsi della chiave per aprire l’ascensore, bloccato da tempo al primo piano dove abita l’uomo.

Il personale di polizia, utilizzando la chiave recuperata, procedeva ad aprire il vano dell’ascensore verso il quale si era subito accesa l’attenzione del cane antidroga Max e, con l’ausilio dell’unita’ cinofila venivano rinvenuti, occultati nella parte superiore della cabina interna dell’ascensore, in un buco circolare adibito all’incasso dei faretti di illuminazione interni, un consistente quantitativo di droga, pari a 260,17 grammi tra cocaina, eroina e anfetamina, suddivisa in dosi di diverso peso, un bilancino di precisione, un calzino cosparso di peperoncino da cucina con all’interno una pistola marca Beretta, modello 71, calibro 7.65, perfettamente funzionante, con matricola abrasa e una bustina con 8 proiettili.

Accanto agli involucri di sostanza stupefacente, il personale operante riveniva delle bustine con all’interno del peperoncino, verosimilmente collocato per tentare di eludere i controlli antidroga effettuati con l’unità cinofila.