Duplice omicidio Torcasio e Materasso a Lamezia, condannati esecutore e mandante

Trenta anni di reclusione per Domenico Cannizzaro e Pietro Iannazzo in sede di rito abbreviato

Il gup di Catanzaro Chiara Esposito ha condannato, in sede di rito abbreviato Domenico Cannizzaro, di 57 anni, e Pietro Iannazzo (48), entrambi a 30 anni di reclusione per il duplice omicidio di Giovanni Torcasio e Cristian Materasso avvenuto a Lamezia Terme il 29 settembre del 2000. L’accusa aveva chiesto l’ergastolo per Cannizzaro, ritenuto il mandante del delitto, difeso dagli avvocati Antonio Larussa e Lucio Canzoniere e Iannazzo ritenuto l’esecutore materiale, difeso dagli avvocati Francesco Gambardella e Renzo Andricciola. Il duplice omicidio si inserisce nell’ambito di una faida tra i Iannazzo-Cannizzaro-Daponte e i Cerra-Torcasio-Giampà. La consorteria dei Iannazzo-Cannizzaro-Daponte aveva perso degli uomini nel corso degli anni dei quali imputava la morte ai rivali nei confronti dei quali aveva deciso di ordine una vendetta.