《Morra dice il falso, non gli ho fatto vedere nessun verbale sulla loggia “Ungheria”》

Davigo a "di Martedì": è venuto da me solo per incontrare Ardita

《Non ho mai mostrato nessuna carta, nessun verbale a Morra, dice il falso. L’ho invitato ad uscire dalla mia stanza così avrei potuto spiegargli perchè non era il caso che incontrassimo il magistrato Ardita. Che lui voleva incontrare ma io no. Non ha mai visto nessuna carta a proposito della cosiddetta loggia “Ungheria”》. Piercamillo Davigo, a “di Martedì”, smentisce seccamente il presidente dell’Antimafia a proposito dei verbali che Davigo ha avuto in mano, consegnati da Storari, a proposito della ipotetica loggia “Ungheria”. Secondo Morra i due avrebbero letto insieme i verbali informali sulla trascrizione delle dichiarazioni di Amara ma Davigo smentisce seccamente. 《Non è vero, Morra non ha letto niente. Morra è venuto da me, ed è venuto spesso, solo per incontrare Ardita. Gli ho detto che non era il caso, e l’ho detto fuori dalla mia stanza. Dopo di che gli ho prefigurato che vi erano condizioni non lontane, tutte da provare, legate ad una possibile loggia massonica. Ma senza fare nomi né procure interessate. Morra non ha letto niente, non gli ho mai mostrato niente. Dice il falso》.