Chiusa ‘Rinascita Scott’, 479 indagati

Operazione Dda Catanzaro che portò a 336 arresti. Tra loro politici, avvocati e professionisti di spicco legati alla criminalità organizzata.

Un fermo immagine tratto dal video dei ROS dei carabinieri 

I carabinieri del II reparto investigativo del Ros, del reparto anticrimine di Catanzaro e del nucleo investigativo di Vibo Valentia stanno notificando l’avviso di conclusione indagini sull’operazione “Rinascita-Scott” nei confronti di 479 persone ritenute appartenenti e/o vicine alla ‘ndrangheta della provincia di Vibo Valentia. L’avviso prevede ulteriori capi d’imputazione e ulteriori indagati rispetto ai 336 arrestati il 19 dicembre scorso. Tra loro politici, avvocati e professionisti di spicco legati alla criminalità organizzata. L”operazione ‘Rinascita-Scott’, nata dall’esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare del gip di Catanzaro su richiesta della Dda, ha disarticolato tutte le organizzazioni di ‘ndrangheta operanti nel Vibonese e facenti capo alla cosca Mancuso di Limbadi. Complessivamente sono 416 gli indagati, accusati a vario titolo di associazione mafiosa, omicidio, estorsione, usura, fittizia intestazione di beni, riciclaggio e altri reati aggravati dalle modalità mafiose.