La “messa a punto” di Abramo, c’è la nuova (vecchia) giunta a Catanzaro

Cambia il vicesindaco e regge la tregua con Tallini. Documento della maggioranza: giù le mani dalla città, bata fango mediatico

Il sindaco Sergio Abramo ha nominato la giunta comunale. Al nuovo vicesindaco, Gabriella Celestino, è stata assegnata la delega agli Affari generali e Contratti. Il primo cittadino ha assunto la delega all’Urbanistica ed Edilizia privata oltre a mantenere quelle ai Rapporti istituzionali con Stato e Regione, Polizia municipale, Protezione civile, Mobilità e traffico, Servizi finanziari e Bilancio, Rapporti con gli Ato, Ufficio stampa e comunicazione, Società partecipate e tutte le altre materie non espressamente delegate. Ivan Cardamone mantiene gli assessorati alla Cultura e al Patrimonio. Concetta Carrozza conferma le deleghe a Pubblica istruzione, Pari Opportunità, Rapporti con l’Università e il sistema sanitario, Alta formazione. Domenico Cavallaro quello allo Sport, all’Impiantistica sportiva e all’Ambiente. Lea Concolino confermata alle Politiche sociali. Alessandra Lobello a Turismo e Spettacolo, Marketing territoriale, Politiche giovanili e Servizi demografici. Franco Longo ai Lavori pubblici e Gestione del territorio. Danilo Russo a Personale e Avvocatura. Alessio Sculco alle Attività economiche e all’Innovazione tecnologica. “L’iniziativa politica dei gruppi consiliari di Forza Italia, Obiettivo Comune e Officine del Sud, sancita dal documento dello scorso 21 gennaio, è stata per noi utile come momento di riflessione. La politica ha il dovere di assumersi le sue responsabilità, senza farsi dettare l’agenda né dall’inchiesta giudiziaria sulle commissioni – che farà correttamente il suo corso, accertando le eventuali responsabilità dei singoli – né da trasmissioni televisive di cui rispettiamo la preziosa funzione, ma che non sono esenti da forzature e rappresentazioni in qualche caso non rispondenti alla realtà. I gruppi consiliari di Forza Italia, Obiettivo Comune e Officine del Sud intendono, dunque, dare un senso alla prosecuzione della consiliatura fino alla sua scadenza naturale, rinnovando la fiducia al sindaco Abramo con il quale hanno condiviso tutte le positive esperienze politico-amministrative del passato. E’ una chance che deve essere onorata con un impegno raddoppiato della Giunta e del Consiglio, finalizzato a raccogliere i frutti di un’azione di governo che, fatta salva la paralisi che ha preceduto le elezioni regionali, ha comunque consentito alla Città di conseguire risultati importanti. L’Amministrazione ha ora la grande opportunità di potere dialogare positivamente con un Governo regionale amico e non ostile come quello del centrosinistra che ha sistematicamente ostacolato importanti opere e finanziamenti, come la metropolitana, il porto, il piano parcheggi. Senza contare la delicata partita della sanità pubblica che dovrà vedere Regione e Comune in perfetta sintonia per risolvere questioni esplosive come il Pronto Soccorso e la situazione logistica dell’ospedale “Pugliese”. I gruppi consiliari di Forza Italia, Obiettivo Comune e Officine del Sud auspicano anche che in Consiglio Comunale si formi una opposizione al tempo stesso costruttiva e intransigente, che sia da stimolo e di controllo, sanando così il vulnus aperto dalle dimissioni di cinque consiglieri che meritano rispetto per la posizione da loro assunta. Un Consiglio comunale senza opposizione non avrebbe senso e perderebbe la sua insostituibile funzione”.