Aieta indagato per corruzione

La procura di Paola, secondo Gazzetta del Sud, ha iscritto nel registro anche i sindaci di Acri e Longobucco

È indagato per corruzione il consigliere regionale del centrosinistra Giuseppe Aieta. Questa mattina, su richiesta del procuratore capo di Paola Pierpaolo Bruni e del sostituto Rossana Esposito, è stato eseguito un decreto di perquisizione a carico del consigliere regionale neo eletto. Secondo quanto riportato dalla Gazzetta del sud con lui sono indagati anche Pino Capalbo sindaco di Acri; Emilio Morelli; il sindaco di Longobucco Giovanni Pirillo e Giuseppe Chiaradia. Secondo l’accusa, Aieta – che risponde anche dei reati articolo 81, 319, 319 bis e 321 codice penale – in un caso assieme ad alcuni dipendenti delle Terme Luigiane in seguito alla promessa di fare voti in suo favore si sarebbe impegnato per ottenere la proroga della sub concessione delle Terme.