《Vogliamo rispettare i territori, sennò c’è il rigetto》

Il segretario del Pd Zingaretti, ospite di Bianca Berlinguer, ha parlato anche di elezioni regionali

In Umbria vinciamo quindi è inutile che ci chiediamo se funzionerà, e poi abbiamo scelto un civico che è di grande spessore. Nicola Zingaretti ospite di Bianca Berlinguer non poteva che “planare” sulle imminenti elezioni regionali. Ed è proprio Berlinguer che chiede se il “giallorosso” applicato all’Umbria dovesse uscire sconfitto che ripercussioni ci sarebbero nelle altre competizioni? Noi cercheremo di estendere l’intesa con i Cinquestelle ovunque, ha risposto Zingaretti. Anche in Calabria, ha chiaramente detto. Però senza imporre nulla dall’alto e 《rispettando i territori, sennò c’è il rigetto》. L’intervista poi vira su altro ma resta tutto da interpretare il senso delle parole di Zingaretti. Senso che è chiarissimo nell’esegesi in tv, un pò meno sul campo e cioè in Calabria dove proprio una larga fetta di Pd e centrosinistra continuano a chiedere le primarie per l’individuazione del candidato, contrariamente a quanto Graziano e Oddati hanno ripetuto più volte. Niente primarie, Oliverio fuori e accordo con i Cinquestelle (che nel frattempo litigano tra loro e guardano i dem con sospetto). Che possa essere anche questo uno schema configurato dall’alto e poco rispettoso dei territori e soprattutto a rischio rigetto a Zingaretti Bianca Berlinguer non poteva chiederlo…