Lopresti si rifà arrestare, 《gara truccata da 100 milioni》

Aggravamento della posizione per quanto riguarda il dirigente della Regione

I finanzieri del nucleo di polizia economico-finanziaria di Catanzaro hanno nuovamente sottoposto agli arresti domiciliari il dirigente della Regione Calabria Salvatore Lopresti, 58 anni, gia’ responsabile del dipartimento regionale tutela della salute e politiche sanitarie e del servizio emergenziale regionale. Si tratta di un’ordinanza di aggravamento della misura cautelare emessa dal gip presso il Tribunale di Catanzaro, su richiesta della procura nel febbraio scorso.
L’ordinanza eseguita questa mattina attiene all’aggravamento della misura in atto scaturita dalle indagini svolte dai finanzieri del gruppo tutela spesa pubblica del nucleo di polizia economico-finanziaria di Catanzaro da cui sarebbero emersi accordi collusivi tesi ad alterare il contenuto del capitolato tecnico della gara d’appalto, del valore di oltre 100 milioni di euro, prevista per l’affidamento del servizio di elisoccorso sanitario nella Regione Calabria.
Nello scorso mese di febbraio le indagini portarono all’arresto dello stesso Lopresti e di altri tre indagati, resisi responsabili, secondo l’accusa, in concorso tra loro, di turbata liberta’ del procedimento di scelta del contraente. La misura cautelare fu confermata nei confronti di tutti gli indagati anche dal Tribunale del riesame.