Voglia di Salvini (con la bandiera e la maglietta della Regione)

L'immagine del dilagare stratificato della Lega in questo scatto: alcuni “tifosi” conterranei a Pontida orgogliosi di esibire i loghi della Regione Calabria

Ci sono foto che si “vedono”, e altre che “raccontano”. E poi ce ne sono altre ancora che fanno da metafora, da premonizione dei tempi che verranno e che in gran parte sono già. Veri e propri poster che tiri fuori poi a cose fatte e che ti fanno riapprezzare, e ricomprendere, l’immagine stessa. Chi l’avrebbe detto solo un paio di anni fa che un manipolo di calabresi avrebbe preso parte al raduno di Pontida della Lega? E chi l’avrebbe detto poi che alcuni di loro si sarebbero persino fatti immortalare con lo stemma della Regione Calabria? Tipo, orgogliosamente “dipendenti” della Calabria ma proprio per questo orgogliosamente al raduno di Pontida? Domenica è andata esattamente così. Due inediti in uno e uno più inedito, e significativo, dell’altro. Per la prima volta rappresentanza nutrita di calabresi alla kermesse di Salvini che promette di restare per 30 anni al governo. E dentro questa “prima volta”, come potete vedere nella foto, alcuni conterranei tirano fuori la bandiera istituzionale della Cittadella (e il logo nelle magliette) e si fanno immortalare ai “piedi” del regno della Lega. Come dire, io c’ero. Anzi, noi ci siamo. Di più, ci siamo anche noi e cioè quelli che ci tengono a sventolare la bandiera istituzionale della Regione Calabria.

La letteratura neanche così datata è piena negli scaffali di saggi studiano perché il vento che soffia tira altro vento. Perché il “carro” che vince non resta mai solo, prima di una sconfitta. Quasi banale ripetere che oggi è il marketing della Lega che tira più degli altri e la barca va che è una meraviglia. Eppure c’è qualcosa di diverso e di più concreto e di più signficativo non tanto in questo scatto, che pure è simbolico assai non c’è dubbio. Quanto nella “voglia” di Lega che si spalma di giorno in giorno anche dalle nostre parti. Anzi, soprattutto dalle nostre parti…sì