Passano in Commissione bilancio il rendiconto e l’assestamento dei conti regionali del 2016 

Ma Aieta accusa la giunta di immobilismo sui fondi Por

Animata discussione in commissione regionale bilancio sul rendiconto finanziario dell’ente relativo al 2016, oggetto di parificazione in Corte dei Conti nei giorni scorsi con molte criticità segnalate.

Preliminarmente è intervenuto il Vicepresidente con delega alle Politiche del personale, innovazione burocratica e semplificazione, Antonio Viscomi che ha illustrato il provvedimento mettendo in risalto alcuni elementi oggetto dei rilievi della Corte dei Conti, precisa che tutta l’attività economico/contabile è finalizzata al riallineamento. Nonè mancato il dibattito soprattutto sui fondi Por.

Lo stesso presidente della commissione, il consigliere regionale Giuseppe Aieta, non ha lesinato critiche alla giunta del governatore Oliverio pur apprezzando i progressi fatti. Si legge infatti nel resoconto ufficiale della seduta sul sito del consiglio regionale: “Interviene il Presidente Giuseppe Aieta (Partito Democratico) (Manifesta apprezzamento per il lavoro svolto dai dirigenti del bilancio regionale. Mette in risalto il tentativo fatto dal governo regionale di modernizzazione e, in contrapposizione, l’impossibilità di attuazione dei provvedimenti a causa di una certa inerzia ad altri livelli. Ritiene necessario fare il punto sullo stato dell’arte dell’utilizzo dei fondi comunitari e sull’attività dell’attività burocratica della Giunta regionale che ritiene responsabile di un certo immobilismo. Annuncia una sessione di lavoro con la partecipazione degli attuatori del Por”.

Dopo la discussione si è votato e il rendiconto è stato approvato a maggioranza. Lo riferisce un comunicato dell’ufficio stampa del Consiglio regionale.

“Per quel che concerne il Rendiconto generale, il presidente Aieta, relatore del provvedimento proposto dalla Giunta regionale – prosegue il comunicato – ha rilevato come ‘esso sia un documento contabile che mostra i risultati ottenuti da tutte le operazioni di gestione, un mezzo di cognizione che permette di conoscere in che modo e in che misura si sono realizzate le previsioni di bilancio, e consente di esprimere un giudizio sull’operato degli amministratori’. Complessivamente, i residui attivi alla chiusura dell’esercizio finanziario 2016 ammontano a 3 miliardi e 790 mila euro circa, mentre i residui passivi risultano a due miliardi e 719 mila euro. La situazione patrimoniale complessiva al 31 dicembre 2016 e’ stabilita in sette miliardi e 191 milioni di euro. La Manovra di assestamento al bilancio ammonta complessivamente a 153 milioni di euro”.