Ambiente, Legambiente e Codacons unite contro plastica in spiaggia

 “Rinunciare alla plastica per salvare la bellezza del nostro mare. Questo è quanto Legambiente e Codacons chiedono ai comuni calabresi. Le associazioni sollecitano l’emissione di ordinanze per imporre il divieto, già da questa estate, della plastica monouso sulle spiagge”. Lo rendono noto, congiuntamente, Legambiente e Codacons. “La direttiva europea mette al bando contenitori, stoviglie e bicchieri e tutto quello che rappresenta l’80 per cento del materiale che inquina le spiagge ed il mare – si legge in una nota – ma solo a far tempo dal 2021”. “Tuttavia Legambiente e Codacons chiedono uno stop immediato alla plastica sulle spiagge Calabresi, a favore di materiale compostabile e monouso. L’obiettivo è quello di avere spiagge sempre più sostenibili dal punto di vista ambientale, – si legge ancora nel comunicato – per tutelare la spiaggia ed il mare e salute dei cittadini”.

“In quest’ottica duramente criticata l’Ordinanza emessa dal Comune di Sellia Marina che impone l’uso della plastica “usa e getta”. La plastica sta trasformando le spiagge in vere e proprie discariche per questa ragione confidiamo che il Sindaco di Sellia Marina voglia immediatamente revocare un provvedimento anacronistico e pericoloso. Entrambe le associazioni – conclude la nota – si augurano con una votazione unanime nel prossimo consiglio comunale Catanzaro capoluogo di regione persegua questa via”.